Chirurgia Plastica Mini Invasiva a Milano
L’ascesso perianale

Chirurgia Plastica Mini Invasiva a Milano

L’ascesso perianale

La dolorosa infezione di una ghiandola anale del muco
Senti cosa dicono della Dottoressa i suoi pazienti su mioDottore.it:
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Empatica, rassicurante (nonostante le mie numerose paure), competente."
Barbara
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Ringrazio sentitamente la dottoressa: è un grande medico proctologo, e la sua visita è stata la più approfondita e accurata che io abbia mai fatto.
Bravissima, la consiglio davvero."
Anna Maria
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Scrupolosa ed attenta durante la visita, mi ha dato ogni informazione e anche di più.
Studio peraltro bello ed accogliente, ambiente familiare e tanta simpatia da parte della segretaria e degli assistenti!"
Francesca
Immagini di interventi medici
ATTENZIONE
La pagina che stai per leggere può contenere immagini mediche e diagnostiche di patologie e terapie, che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.
Contenuto non generato da un'AI
NOTA BENE
Il contenuto di questa pagina NON È stato generato da un software di Intelligenza Artificiale generativa.
Tutte le informazioni sanitarie che stai per leggere sono state scritte da informatori sanitari professionisti, e revisionate da Medici regolarmente abilitati alla professione.
Proctologo in Centro a Milano
La Dottoressa è qui per aiutarti.
Contatta ora il tuo
Chirurgo Proctologo a Milano,
e ti richiamerà:

Questo modulo è sicuro e protetto da Google ReCAPTCHA
Sommario della paginaSommario della pagina [NASCONDI]
Condividi questa pagina

Luisella Troyer - MioDottore.it
Proctologo in centro a Milano

hai un dolore insopportabile all’ano o nella zona anale, atroce, che ti sta straziando e per il quale antinfiammatori e antibiotici non sembrano avere effetto?

noti materiale purulento che esce dall’ano, o dalla zona perianale, e non sai a chi rivolgerti per avere aiuto e supporto medico?

Vuoi contattare rapidamente la Dottoressa?
Lascia il tuo numero e ti richiamerà subito!

l’ascesso perianale è una delle più comuni emergenze proctologiche, considerata spesso non differibile: il dolore e la prostrazione che crea impone un trattamento immediato, di tipo chirurgico.

leggi questa pagina per scoprire che cos’è l’ascesso perianale: da cosa è causato, come si interviene e chi è il Medico che può fornire il giusto supporto sanitario.

Che cos’è l’ascesso perianale?

Proctologo in centro a Milano

l’ascesso perianale è un processo di infezione acuta di una delle ghiandole della mucosa perianale, esattamente le ghiandole di Hermann e Desfosses, posizionate a poca distanza dall’orifizio anale, o meglio dal suo margine esterno.

queste ghiandole, situate tra lo sfintere interno e quello esterno, hanno la funzione di produrre adeguate quantità di muco, a sua volta necessario per lubrificare e proteggere la delicata mucosa anale.

quando, per motivi che vedremo più avanti, una o più di queste ghiandole s’infettano, si ha dunque l’inizio di quello che viene chiamato ascesso perianale.

l’ascesso perianale è una condizione che diventa presto estremamente dolente e che, se trascurata, può portare alla formazione di una pericolosa e altrettanto dolente fistola anale.

Quali sono le cause dell’ascesso perianale?

Proctologo in centro a Milano

l'infezione di una ghiandola di muco è l'origine dell'ascesso peri-anale

l’ascesso perianale è dipeso da un’infezione batterica ad una delle ghiandole di Hermann e Desfosses, con conseguente suppurazione e formazione di materiale purulento.

datosi che queste ghiandole non hanno sbocchi d’accesso in superficie, ma risiedono tra i due muscoli sfinteri, l’infezione si tramuta presto in ascesso, estremamente dolente e che, se non trattato, in molti casi porta alla formazione di un canale artificiale di sfogo, chiamato fistola.

sulle cause di questa infezione batterica, la Medicina dibatte da molto tempo.

al momento, non è stata trovata una sola causa primaria, ma una serie di concause che possono portare ad una spiegazione plausibile del fenomeno infettivo.

tra queste cause scatenanti, possiamo citare:

  • I traumi ripetuti della zona anale e perianale;
  • La stipsi cronica o la diarrea cronica;
  • Un ipertono dello sfintere anale interno;
  • Una scarsa igiene della zona anale e perianale;
  • L’incontinenza fecale e la conseguente impossibilità di mantenere sempre pulito l’ano

in generale, dunque, è chiaro notare che qualsiasi situazione in cui la mucosa perianale è sollecitata ed agevolata nei processi di flogosi, è un invito ben chiaro per i batteri, che possono così infettare le ghiandole del muco e dare origine all’infezione.

Consigli proctologici

Il perizoma e il tanga sono indumenti intimi molto in voga tra la popolazione femminile giovane, che hanno origini primitive.

Entrambi garantiscono una protezione sostanzialmente genitale, lasciando scoperte invece le natiche (parzialmente nel perizoma, totalmente nel tanga).

Sono indumenti di concezione tribale pensati, almeno in origine, per garantire una minima protezione dei genitali, lasciando scoperte (per motivi pratici, ad esempio comodità di movimenti e per la rapida defecazione) le natiche.

Oggigiorno, il perizoma e il tanga vengono utilizzati quasi esclusivamente per moda, spesso per mostrare apertamente le natiche a mo' di richiamo sessuale (innato ma estremamente complesso nella nostra specie Sapiens).

Un considerevole numero di ascessi perianali, a cui si aggiungono cisti sebacee e aniti, è dato proprio dall'uso di questi indumenti, poiché il cordoncino che assicura l'intimo alla vita stimola eccessivamente proprio la cute perianale, sfregandola di continuo e, dunque, irritandola.

Questo può essere quindi l'inizio del trauma che può portare all'infezione di una ghiandola del muco, scatenando dunque l'ascesso perianale.

Ecco perché è importante indossare intimo comodo, ben aderente ma non eccessivamente stretto, possibilmente di cotone non colorato.

L'estetica forse ci perde un po', ma si possono in compenso minimizzare i rischi di dolorosi problemi.

Quali sono i sintomi di un ascesso perianale?

il sintomo principale dell’ascesso perianale è l’intenso dolore che si sviluppa nella zona anale, che spesso il paziente riporta come insopportabile.

al dolore si associa, a livello visivo, la tumefazione dalla zona perianale origine dell’ascesso, con rigonfiamento e rossore, nonché intenso calore della cute.

al tatto la zona appare semi-fibrotica, estremamente calda e dolente, tanto da rendere l’ispezione digitale dell’ano impossibile.

nel caso vi sia già stata una fistolizzazione, sarà presente un piccolo orifizio artificiale, centrale oppure anche localizzato in altra posizione rispetto all’edema dell’ascesso, da cui sgorgherà materiale purulento e maleodorante.

tale suppurazione, oltre che da una fistola esterna all’ano, può fuoriuscire anche dallo stesso canale anale.

a corredo di questa sintomatologia locale, spesso si associa all’ascesso perianale febbre, spossatezza, difficoltà ad evacuare (anche per via dei forti dolori alla zona anale), a volte anche perdita di sangue (ematochezia).

Come si diagnostica un ascesso perianale?

la diagnosi dell’ascesso perianale è essenzialmente clinica: al Medico Proctologo esperto basta un’ispezione della zona perianale per identificare subito l’ascesso.

l’ispezione digitale e la proctoscopia non è sempre possibile in sede di diagnosi, perché l’estremo dolore, anche al minimo contatto, percepito dal paziente non rende agevole l’esame.

l’ecografia endoanale è l’esame strumentale d’eccellenza per quanto riguarda l’ascesso perianale, che il tempo ha definito superiore, per precisione diagnostica, alla RM oppure alla TC.

Consigli proctologici

Un ascesso perianale può capitare a chiunque, ma spesso le lesioni (anche piccole) della mucosa perianale sono associate ad eventi traumatici ripetuti nel tempo, come ad esempio quelli causati dall'uso costante di bicicletta, motocicletta oppure l'equitazione.

Anche le patologie della zona anale, come ad esempio emorroidi, ragadi, proctiti o aniti mal curate, possono favorire l'inizio di un ascesso perianale.

Qual’è la terapia per l’ascesso perianale?

l’ascesso perianale è competenza esclusivamente chirurgica, e deve dunque essere risolto chirurgicamente.

l’uso di antibiotici o antinfiammatori non è sufficiente a risolvere l’ascesso, anzi spesso è sconsigliato.

il trattamento chirurgico, spesso effettuato d’urgenza per la prostrazione ed i dolori insopportabili che il paziente sperimenta, prevede un’incisione della tumefazione, ampia abbastanza da permettere lo spurgo del pus e le successive medicazioni.

lo scopo primario dell’intervento chirurgico è quello di ripulire la zona infetta, eliminando ogni traccia batterica o di pus.

questo è effettuato mediante lavaggio con acqua ossigenata e/o Betadine e, se presente della fibrina all’interno dell’ascesso, essa è rimossa mediante delicata curettage.

la ferita non viene suturata, bensì lasciata aperta e zaffata con una garza, da cambiarsi giornalmente.

la medicazione è da effettuarsi ogni giorno, fino a completa cicatrizzazione della lesione, per seconda intuizione.

negli ascessi non complicati, ciò è sufficiente a permettere la guarigione della ferita, ma in caso di fistolizzazione (presente nel 20% circa dei casi di ascesso), è necessario provvedere poi ad opportuna specillazione e all’inserimento di un setone oppure, più modernamente, della cauterizzazione laser della fistola mediante tecnica VAAFT (Video Assisted Ana Fistula Treatment).

in ogni caso, anche guarito l’accesso perianale va tenuto sotto controllo nel tempo: difatti, in un numero non indifferenti di casi, la fistolizzazione post-guarigione è una complicazione non preventivabile, che rende necessaria dunque una seconda terapia chirurgica specifica (ad esempio, la fistulectomia).

C’è qualcosa che si può fare per prevenire la formazione degli ascessi perianali?

l’evidenza scientifica ha accertato che gli ascessi perianali sono molto frequenti nei casi in cui la zona dell’ano (e dei glutei in generale) subisca spesso traumi continui, anche di piccola entità.

ancora, le flogosi croniche della mucosa anale e della cute perianale, comuni nei casi di stipsi cronica o diarrea cronica (un sintomo frequente nei pazienti affetti da sindrome del colon irritabile, ad esempio) possono portare all’infezione delle ghiandole del muco, originando quindi l’ascesso.

la prevenzione, dunque, è correlata a prevenire queste situazioni considerate come scatenanti dell’ascesso perianale.

Anche l'uso dell'opportuna biancheria intima è importante, nella prevenzione dell'ascesso anale.

Difatti, alcuni tipi di indumenti intimi come il perizoma o il tanga, molto in voga nelle ragazze e nelle giovani donne, possono essere la causa dell'inizio di un ascesso perianale, poiché il cordoncino che s'inserisce tra le natiche sfrega continuamente l'ano e la cute perianale, favorendo dunque l'inizio della flogosi che potrebbe tramutarsi in ascesso.

anche l’opportuna ed adeguata igiene anale e perianale è considerata di fondamentale importanza nella prevenzione dell’ascesso delle ghiandole di Hermann e Desfosses.

difatti, la presenza costante di feci nell’orifizio anale può infiammare la mucosa, causando flogosi e, di conseguenza, probabile accesso batterico ed inizio dell’infezione.

Soffri di un ascesso perianale a Milano? Sono un Chirurgo d’Urgenza, posso aiutarti

Proctologo in centro a Milano

la Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare perfezionata in Proctologia, che presta servizio presso il Pronto Soccorso Vulnologico dell’Istituto Clinico Città Studi.

se sperimenti i sintomi di un ascesso perianale, puoi chiamare la Dottoressa per avere un rapido supporto, anche in caso di accesso chirurgico.

ricorda che il Pronto Soccorso dell'Istituto Clinico Città Studi è convenzionato col Servizio Sanitario Nazionale, ed è una delle eccellenze milanesi per le patologie vascolari: gli operatori sanitari che vi operano, dagli infermieri ai Medici, hanno tutti grande competenza nei casi d'urgenza chirurgica, e puoi dunque rivolgerti a loro in caso di ascesso perianale.

il tuo proctologo d'eccellenza in centro a milano

la Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare, perfezionata in Proctologia e Colonproctologia, che riceve a Milano, presso lo studio Salus Mea in Via della Moscova, 60.

nello studio, modernamente attrezzato, la Dottoressa eroga visite mediche specialistiche di Chirurgia Vascolare e Colonproctologia, per diagnosticare e risolvere problemi proctologici come:

nello studio, la Dottoressa effettua anche trattamenti mini-invasivi, come la cura delle emorroidi prolassate con l'innovativa scleromousse stabilizzata ad aria sterilizzata.

Per le sue diagnosi e le visite proctologiche, la Dott.ssa Luisella Troyer utilizza l'eccellenza della tecnologia diagnostica, come il moderno videoproctoscopio in alta definzione, per la Videoproctoscopia Endoscopica Elettronica.

lo studio Salus Mea dove visita la Dott.sa Luisella Troyer è nel cuore di Milano, ed è facilmente raggiungibile con la Linea Metropolitana MM2 (Linea Verde) fermata Moscova.

se vuoi raggiungere lo studio in autovettura, ricorda che lo studio è nella Zona a Traffico Limitato di Milano (Area C), quindi ti servirà il pass (clicca qui per tutte le informazioni e per acquistarlo).

se vieni da fuori Milano in treno, puoi scendere alla stazione Milano Centrale o Porta Garibaldi, prendere la linea MM2 (Linea Verde), e scendere alla fermata Moscova.

Proctologo in centro a Milano
La Proctologia d'eccellenza a Milano.
Senza dolore, per farti stare bene.

Contenuti sanitari scritti da umani
Tutti gli articoli sanitari presenti in questo sito sono stati scritti da Medici o informatori sanitari.
Le informazioni sanitarie sono date secondo i principi di scienza e coscienza, senza ausilio di algoritmi generativi.
Tutti gli articoli sanitari sono materiale originale, attendibile, verificato e inviato all'Ordine provinciale di appartenenza.
Nessun articolo è stato scritto, anche parzialmente, da un'intelligenza artificiale generativa.

Proctologo in centro a Milano
Quindi ricorda che...
  • l'ascesso peri-anale è l'infezione di una ghiandola di hermann e Desfosses, cioè di una ghinadola del muco della zona peri-anale;
  • la ghiandola del muco s'infetta solitamente per piccoli traumi, o piccole ma croniche infiammazioni della cute peri-anale;
  • l'ascesso perianale può essere scatenato anche dall'uso di un intimo non idoneo, come ad esempio il perizoma o il tanga;
  • l'infezione della ghiandola del muco, non avendo accessi esterni, è estremamente doloroso, e causa febbre anche alta, spossatezza e prostrazione;
  • l'unica cura possibile per l'ascesso peri-anale è chirurgica, e prevede l'incisione con la fuoriuscita del pus;
  • se preso tardivamente, l'ascesso peri-anale può degenerare in una fistola peri-anale;
  • la fistola peri-anale può presentarsi anche se s'interviene per tempo in un ascesso, come complicanza della guarigione;
  • l'uso di antibiotici o antinfiammatori è pressoché inutile in caso di ascesso peri-anale, poiché scarsamente efficaci;
  • l'ascesso peri-anale è una delle urgenze proctologiche più comuni

Avviso deontologico medico
Nota deontologica

La Proctologia, in Italia, non ha ancora una Scuola di Specializzazione riconosciuta dal Ministero dell'Istruzione.

Non è quindi legalmente possibile riportare l'aggettivo 'specialista' al Medico Proctologo, poiché tale titolo accademico è riservato solo al Medico che, legalmente, ottiene un Diploma di Specializzazione.

Come branca della Medicina, la Proctologia può essere inquadrata come disciplina chirurgica, che può però allargarsi ed intendersi perfezionamento della Gastroenterologia, della Dermatologia, della Chirurgia Vascolare, dell'Oncologia, della Infettivologia e, non ultimo, anche della Ginecologia.

Questo vuol dire che la formazione del Medico che intende definirsi 'Proctologo' è effettuata prevalentemente sul campo, attraverso l'esperienza diretta e i casi clinici affrontati e risolti, nonché del continuo studio ed aggiornamento professionale.

La Dott.ssa Luisella Troyer, iscritta all'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Milano, tiene dunque a precisare che ella è un Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia Vascolare, e perfezionata poi Proctologo durante il suo trentennale esercizio della professione medica.

Chirurgo Vascolare Proctologo a Milano Dott.ssa Luisella Troyer

Quest'articolo è stato revisionato ed aggiornato dalla Dott.ssa Luisella Troyer il giorno:

domenica 11 febbraio, 2024

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico Chirurgo, specializzata in Chirurgia Vascolare e perfezionata in Proctologia.

Sin dal suo percorso come specializzanda, la Dottoressa ha avuto a cuore lo studio e la cura delle patologie proctologiche, in particolar modo delle emorroidi e dei prolassi emorroidari.

Ha accumulato, nel corso del suo esercizio come Chirurgo, circa 5000 ore di sala operatoria come primo operatore, di cui circa 120 di emorroidectomia Milligan-Morgan.

È uno dei primi Medici ad aver studiato e sperimentato la terapia con scleromousse per le emorroidi patologiche, che la Dottoressa ha giudicato d'elezione per il trattamento non traumatico dei prolassi emorroidari, con statistiche di risoluzione superiori al 95% e pertanto spesso comparabili con l'accesso chirurgico.

In ogni sua visita proctologica la Dottoressa utilizza, a complemento della valutazione clinica, un moderno videoproctoscopio totalmente digitale, di sua ideazione e realizzazione, in grado di catturare in tempo reale flussi video in alta risoluzione, che compone l'esame specialistico denominato Videoproctoscopia Endoscopica Elettronica.

ti potrebbero interessare anche i seguenti contenuti:
Senti cosa dicono della Dottoressa i suoi pazienti su mioDottore.it:
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Professionista molto empatica, umana, gentile, disponibile a fornire chiarimenti e spiegazioni dettagliate. La visita è durata tutto il tempo necessario, senza fretta. Molto consigliata."
Andrea
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟La Dottoressa e il suo staff sono non solo competenti e sempre all'avanguardia nelle soluzioni proposte ma di una gentilezza e umanità non usuali. Sono davvero molto soddisfatta dei risultati ottenuti e delle persone splendide conosciute. Super consigliata."
Antonella
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Molto empatica e cortese. Studio delizioso. Spiegazioni chiare."
Marina
Contatta ora la Dott.ssa Luisella Troyer,
è qui aiutarti a stare bene,
con la Proctologia d'eccellenza a Milano.
* Compila il modulo, oppure chiama lo 348.96.89.650 *
Tutti i campi con * sono obbligatori

Questo modulo è sicuro e protetto contro i bot da Google ReCAPTCHA