Chirurgia Plastica Mini Invasiva a Milano
Le scariche di diarrea durante la giornata

Chirurgia Plastica Mini Invasiva a Milano

Le scariche di diarrea durante la giornata

quando le feci non sono ben formate
Senti cosa dicono della Dottoressa i suoi pazienti su mioDottore.it:
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Grande empatia e professionalità, oltre che onestà. Spiegazioni dettagliate e chiare.
Anche lo staff é molto professionale, gentile e simpatico.
Ci sente subito a proprio agio.
Grazie per tutto!"
Elena
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟La dottoressa troyer è molto empatica e con una grande professionalità.
Ormai frequento lo studio da un anno e non credo che cambierò molto facilmente.
Anche il personale è altamente qualificato. Molta disponibilità."
Donatella
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Dottoressa fantastica: mi ha messo a mio agio per tutta la visita - che è stata lunga visto il mio caso clinico - e mi ha indirizzato verso la terapia che aspettavo da tempo.
Studio bellissimo, personale di assistenza professionale."
Gaetano
Immagini di interventi medici
ATTENZIONE
La pagina che stai per leggere può contenere immagini mediche e diagnostiche di patologie e terapie, che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.
Contenuto non generato da un'AI
NOTA BENE
Il contenuto di questa pagina NON È stato generato da un software di Intelligenza Artificiale generativa.
Tutte le informazioni sanitarie che stai per leggere sono state scritte da informatori sanitari professionisti, e revisionate da Medici regolarmente abilitati alla professione.
Proctologo in Centro a Milano
La Dottoressa è qui per aiutarti.
Contatta ora il tuo
Chirurgo Proctologo a Milano,
e ti richiamerà:

Questo modulo è sicuro e protetto da Google ReCAPTCHA
Sommario della paginaSommario della pagina [NASCONDI]
Condividi questa pagina

Luisella Troyer - MioDottore.it
Proctologo in centro a Milano

sei affetto da incontenibili scariche diarroiche durante tutta la giornata, che non ti danno tregua e ti causano impossibilità di lavorare, spossatezza e, a volte, dolori addominali?

la diarrea acuta è una condizione estremamente frequente, che non è una patologia in sé, ma è una difesa estrema del nostro intestino ad un elemento di disturbo che lo sta attaccando.

Vuoi contattare rapidamente la Dottoressa?
Lascia il tuo numero e ti richiamerà subito!

leggi questa pagina per scoprire da cosa può essere causata la diarrea e quello che può essere fatto per contrastarla.

Cosa s’intende per diarrea?

in Medicina, la diarrea, chiamata anche dissenteria, è una classica disfunzione dell’alvo, che comporta l’emissione di feci non formate, in stato liquido o semi-liquido.

a livello generale, in media un uomo adulto e in salute emette giornalmente circa 150g di feci solide, cilindriche, ben formate e morbide, dall’odore non particolarmente nauseante e dal giusto colorito (né troppo chiaro e né troppo scuro).

in caso di diarrea, queste condizioni vengono meno: le feci emesse sono liquide o semi-liquide, sono estremamente abbondanti in quantità (oltre i 200g), hanno un odore generalmente pungente e sgradevole, hanno la caratteristica di essere particolarmente troppo gialle o troppo scure.

questa è una condizione di anormalità, dovuta ad una reazione di difesa violenta del colon, che tenta di espellere velocemente un qualcosa che percepisce come tossico o pericoloso.

Ci sono diversi tipi di diarrea?

sì, a livello clinico vengono identificati due specifici tipi di diarrea: la diarrea acuta e la diarrea cronica.

la forma acuta della diarrea consiste nell’emissione di feci liquide per un periodo inferiore alle due settimane, oltre il quale si comincia ad entrare più propriamente nella forma cronica.

secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la maggior parte dei casi di diarrea che si riscontrano in ogni momento in tutto il mondo sono imputabili alla diarrea acuta, frutto di intossicazioni alimentari dovute alle scarse condizioni igieniche e sanitarie delle fonti idriche di approvvigionamento.

Consigli proctologici

La maggior parte degli episodi di diarrea acuta sono imputabili ad infezioni batteriche o virali, e in genere regrediscono spontaneamente, quando l'organismo riesce a liberarsi di tutte le tossine ed i microbi responsabili dell'infezione.

Quindi, episodi singoli di diarrea, oppure episodi che si protraggono per qualche giorno (ad esempio, come durante una enterocolite) sono solitamente innocui, anche se è comunque importante mantenere una giusta idratazione, con l'opportuna terapia di supporto all'organismo.

Quali sono le cause della diarrea?

la diarrea, come detto poco in alto, è una risposta estrema del nostro corpo, in particolare il nostro intestino, che reagisce violentemente ad un attacco che giudica irritante-infettivante.

la maggior parte dei casi di diarrea acuta sono imputabili infatti ad infezioni batteriche, parassitarie o virali, che aggrediscono la mucosa dell’intestino e ne provocano quindi l’infiammazione e uno stravolgimento della normale peristalsi.

queste infezioni sono capaci inoltre di modificare la normale e naturale flora batterica che è regolarmente presente nel nostro intestino (e che aiuta la nostra digestione), menomandola e provocando dunque situazioni di scompenso, che aggravano la sintomatologia della dissenteria.

c’è una lista pressoché infinita di tutti i microorganismi che possono provocare la diarrea, ma i principali sono lo Staphylococcus aureus, l’Escherichia coli, la Salmonella enterica e il Vibrio Cholerae (l’agente infettivo del colera).

questi batteri, da soli, compongono la maggior parte delle infezioni intestinali che originano poi in situazioni di dissenteria.

la diarrea però può essere anche causata da irritazioni chimiche, e non microbiche.

ad esempio, esistono casi di diarrea dovuta all’uso prolungato di antibiotici (che uccidono anche i batteri della flora intestinale con cui viviamo in simbiosi), o alla somministrazione di chemioterapie o radioterapie (la diarrea attinica).

sebbene in minor quantità statistica, non sono da dimenticare anche gli episodi di dissenteria causati dall’intossicazione di metalli pesanti, oppure di altre tossine chimiche non di origine batterica.

alcuni casi di diarrea sono legati invece a patologie congenite, come ad esempio la celiachia, che causa una costante e non riducibile intolleranza al glutine.

la diarrea cronica è invece dipesa da condizioni scatenanti che provocano, alla lunga, una costante irritazione intestinale.

ciò è legato soprattutto a patologie congenite come la malattia di Crohn, la rettocolite ulcerosa o a condizioni comunque patologiche come la sindrome del colon irritabile.

queste patologie hanno la caratteristica di far sperimentare al soggetto che ne è affetto periodi di recrudescenza acuti, alternati a periodi di remissione dei sintomi.

Qual’è la sintomatologia della diarrea?

la diarrea è una risposta estrema del nostro colon, i cui sintomi e la cui intensità variano di molto da soggetto a soggetto, anche in relazione alla causa scatenante a monte.

questa causa scatenante, e la risposta di ognuno ad essa, può far variare di molto la sintomatologia reale della diarrea.

premesso ciò, è comunque possibile suddividere la diarrea in quattro categorie principali, a seconda della sintomatologia:

• Diarrea secretoria

Si manifesta solitamente dopo l’attacco di agenti infettivi batterici, come il Vibrio Cholerae o il Campulobacter.

Costringe l’intestino ad un’elevata secrezione di sali (uno su tutti, il cloruro di sodio) che per attrazione chimica richiama una grande quantità di acqua e potassio, rendendo dunque le feci quasi totalmente liquide ed estremamente maleodoranti;

• Diarrea osmotica

Si manifesta quando il colon non riesce adeguatamente ad assorbire l’acqua dal chilo (il cibo ormai privato del nutrimento), venendo dunque meno alla sua funzione principale.

La diarrea osmotica non è necessariamente causata da un attacco batterico o virale, ma può essere provocata da eccessivo stress, intolleranze alimentari (come il lattosio), una riduzione significativa della flora batterica amica che popola l’intestino, e che risulta essenziale per garantire la buona funzionalità.

Cure antibiotiche eccessive, ad esempio, tendono a danneggiare i batteri amici che vivono nel nostro colon e con cui viviamo in simbiosi, causando quindi la diarrea osmotica.

La diarrea osmotica ha la caratteristica di essere particolarmente acida e dall’odore molto pungente, immediatamente riconoscibile;

• Diarrea infiammatoria

Si manifesta quando la mucosa intestinale è irritata da una malattia cronica ed infiammatoria, come ad esempio la malattia di Crohn, la rettocolite ulcerosa, la celiachia oppure una diverticolite.

La mucosa, che si infiamma, si arrossa e, in alcuni casi, anche sanguina, secerne una grande quantità di muco e liquidi, che vanno ad alimentare la massa fecale diarroica.

Genera di solito grandi dolori addominali e spasmi, e spesso è associata anche a forte infiammazione del retto e dell’ano, che peggiorano la sintomatologia e causano anche sintomi assimilabili a quelli del tenesmo;

• Diarrea da malassorbimento

Si manifesta in concomitanza con la sindrome del colon irritabile, che risulta in effetti la sua vera origine eziologica.

È una tipologia di diarrea associata a forti crampi addominali e meteorismo, a cui si aggiunge il mancato assorbimento dei sali biliari.

Questo malassorbimento causa un aumento della secrezione di acqua ed elettroliti, che generano dunque la diarrea.

Nelle scariche diarroiche, riferite come estremamente spossanti dai pazienti, sono inoltre presenti una grande quantità di sostanze grasse non digerite (steatorrea), che rendono le feci particolarmente oleose.

Come si diagnostica la diarrea?

la diarrea è facile da diagnosticare per un Medico: basta essere al corrente delle scariche riportate dal paziente.

la diagnosi della causa originaria della diarrea è invece enormemente più complesso, ed impone una rigorosa ed attenta anamnesi, seguita dall’indagine che mira ad identificare l’origine dell’infiammazione: batterica, virale, chimica, ecc.

ciò può essere complicato, e il Medico può dunque disporre di esami specifici.

Consigli proctologici

Durante un attacco di diarrea acuta andrebbero evitati i farmaci anti-diarroici, come ad esempio il Loperamide cloridrato.

Questi farmaci infatti, prettamente sintomatici e non curativi, agiscono prevalentemente bloccando la mobilità intestinale, ma non agendo sulla causa della diarrea (che, nella maggioranza dei casi, è di origine infettiva).

La diarrea è una naturale difesa dell'organismo, che tenta di espellere i microbi o le sostanze tossiche che lo hanno infettato, e quindi non dovrebbe essere bloccata.

La terapia piuttosto dovrebbe concentrarsi sulla reidratazione dell'organismo, poiché il pericolo principale, in caso di diarrea, è proprio quello della disidratazione.

Qual’è la terapia giusta per la diarrea?

come ben chiaro fino ad ora, la diarrea è un sintomo ed una difesa naturale del corpo, che tenta di liberarsi di un qualcosa che è dannoso.

la giusta terapia deve dunque mirare a scoprire l’origine di quel qualcosa, arrivando alla radice del problema: è quella che va curata, per risolvere la dissenteria.

gran parte delle diarree acute causate da intossicazione alimentare o infezioni batteriche guarisce spontaneamente nel giro di qualche giorno.

in quel caso, la terapia migliore è quella di supporto, evitando il pericolo maggiore durante la dissenteria, cioè la disidratazione.

l’uso di antibiotici andrebbe evitato, almeno per i soggetti non patologici, non immunodepressi e in buona salute: il rischio è di peggiorare la sintomatologia, in quanto la cura antibiotica andrebbe necessariamente ad uccidere anche i batteri amici che vivono in simbiosi col nostro colon.

anche l’uso di antidiorroici andrebbe evitano, o comunque fortemente limitato: nel caso di diarrea dovuta ad intossicazione, è bene che il fisico espella quante più tossine possibili, e ciò avviene appunto con le scariche.

nel caso di patologie croniche ed autoimmuni, è necessario provvedere, ove possibile, al ripristino di una situazione di equilibrio, anche somministrando l’opportuna terapia immunosoppressiva.

nel caso della malattia di Crohn o della diverticolite, a volte è necessario intervenire chirurgicamente, per rimuovere il settore dell’intestino ormai infiammato irreversibilmente, e in cui i farmaci non hanno più spazio terapeutico.

nel caso dei pazienti cealici, i violenti attacchi diarroici sono dati esclusivamente dall’ingestione di cibo contaminato col glutine (ne bastano quantità irrisorie per scatenare una violenta risposta dell’intestino).

ciò solitamente accade accidentalmente, quasi sempre quando il paziente frequenta ristoranti o luoghi di somministrazione possibili di contaminazione, o mangia comunque cibi preparati non sicuri.

in quel caso, è necessario attendere che il corpo abbia espulso tutto il cibo contaminato, e che la situazione ritorni alla normalità.

in qualsiasi caso di diarrea, il reintegro dell’equilibrio idro-elettrolitico dell’organismo è imperativo, e deve essere sempre abbinato alla somministrazione di probiotici in grado di ripristinare, al meglio possibile, la naturale flora batterica intestinale.

A quale Medico rivolgersi in caso di diarrea acuta?

la diarrea acuta di origine batterica può essere tranquillamente diagnosticata e curata da qualsiasi Medico, anche il Medico di base.

sono situazioni in cui il Clinico non ha particolare potere d’azione, ma si limita a garantire la giusta idratazione al paziente e, al massimo, a prescrivere la terapia palliativa.

non c’è quindi bisogno di una conoscenza specialistica per trattarla.

casi di diarrea cronica, dalle origini non chiare oppure afferenti a situazioni colon-proctologiche importanti, devono essere trattati da un Medico specialista: un Medico Colon-Proctologo oppure un Medico Gastroenterologo.

tutti e due i professionisti sono specializzati nelle problematiche intestinali, e possono intervenire con ogni mezzo per arrivare alla radice della diarrea cronica, e provvedere dunque alla giusta terapia.

il tuo proctologo d'eccellenza in centro a milano

la Dott.ssa Luisella Troyer è un Chirurgo Vascolare, perfezionata in Proctologia e Colonproctologia, che riceve a Milano, presso lo studio Salus Mea in Via della Moscova, 60.

nello studio, modernamente attrezzato, la Dottoressa eroga visite mediche specialistiche di Chirurgia Vascolare e Colonproctologia, per diagnosticare e risolvere problemi proctologici come:

nello studio, la Dottoressa effettua anche trattamenti mini-invasivi, come la cura delle emorroidi prolassate con l'innovativa scleromousse stabilizzata ad aria sterilizzata.

Per le sue diagnosi e le visite proctologiche, la Dott.ssa Luisella Troyer utilizza l'eccellenza della tecnologia diagnostica, come il moderno videoproctoscopio in alta definzione, per la Videoproctoscopia Endoscopica Elettronica.

lo studio Salus Mea dove visita la Dott.sa Luisella Troyer è nel cuore di Milano, ed è facilmente raggiungibile con la Linea Metropolitana MM2 (Linea Verde) fermata Moscova.

se vuoi raggiungere lo studio in autovettura, ricorda che lo studio è nella Zona a Traffico Limitato di Milano (Area C), quindi ti servirà il pass (clicca qui per tutte le informazioni e per acquistarlo).

se vieni da fuori Milano in treno, puoi scendere alla stazione Milano Centrale o Porta Garibaldi, prendere la linea MM2 (Linea Verde), e scendere alla fermata Moscova.

Proctologo in centro a Milano
La Proctologia d'eccellenza a Milano.
Senza dolore, per farti stare bene.

Contenuti sanitari scritti da umani
Tutti gli articoli sanitari presenti in questo sito sono stati scritti da Medici o informatori sanitari.
Le informazioni sanitarie sono date secondo i principi di scienza e coscienza, senza ausilio di algoritmi generativi.
Tutti gli articoli sanitari sono materiale originale, attendibile, verificato e inviato all'Ordine provinciale di appartenenza.
Nessun articolo è stato scritto, anche parzialmente, da un'intelligenza artificiale generativa.

Proctologo in centro a Milano
Quindi ricorda che...
  • la diarrea è un sintomo, nonché una difesa estrema del corpo contro un attacco che considera pericoloso all'intestino;
  • si definisce diarrea l'emissione di feci liquide o comunque mal formate, spesso di odore estremamente pungente, acidificate e aumentate di quantità rispetto alla media regolare;
  • vi sono due tipi di diarrea: la diarrea acuta e la diarrea cronica;
  • la maggior parte degli episodi di diarrea acuta sono dovuti ad un'infezione batterica o ad un intossicazione alimentare;
  • la diarrea cronica è spesso il sintomo di una patologia altrettanto cronica, come ad esempio una malattia autoimmune intestinale;
  • patologie come la malattia di crohn e la rettoclite ulcerosa possono dare come sintomo quello della diarrea, anche con attacchi molto violenti;
  • la risposta violenta dei pazienti celiaci all'ingestione, spesso involontaria, del glutine sono violenti attacchi diarroici;
  • il rischio più grande in caso di diarrea è la disidratazione dell'organismo;
  • farmaci antidiarroici dovrebbero essere evitati in caso di diarrea acuta, preferendo una terapia idratante di supporto e probiotici

Avviso deontologico medico
Nota deontologica

La Proctologia, in Italia, non ha ancora una Scuola di Specializzazione riconosciuta dal Ministero dell'Istruzione.

Non è quindi legalmente possibile riportare l'aggettivo 'specialista' al Medico Proctologo, poiché tale titolo accademico è riservato solo al Medico che, legalmente, ottiene un Diploma di Specializzazione.

Come branca della Medicina, la Proctologia può essere inquadrata come disciplina chirurgica, che può però allargarsi ed intendersi perfezionamento della Gastroenterologia, della Dermatologia, della Chirurgia Vascolare, dell'Oncologia, della Infettivologia e, non ultimo, anche della Ginecologia.

Questo vuol dire che la formazione del Medico che intende definirsi 'Proctologo' è effettuata prevalentemente sul campo, attraverso l'esperienza diretta e i casi clinici affrontati e risolti, nonché del continuo studio ed aggiornamento professionale.

La Dott.ssa Luisella Troyer, iscritta all'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Milano, tiene dunque a precisare che ella è un Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia Vascolare, e perfezionata poi Proctologo durante il suo trentennale esercizio della professione medica.

Chirurgo Vascolare Proctologo a Milano Dott.ssa Luisella Troyer

Quest'articolo è stato revisionato ed aggiornato dalla Dott.ssa Luisella Troyer il giorno:

domenica 11 febbraio, 2024

La Dott.ssa Luisella Troyer è un Medico Chirurgo, specializzata in Chirurgia Vascolare e perfezionata in Proctologia.

Sin dal suo percorso come specializzanda, la Dottoressa ha avuto a cuore lo studio e la cura delle patologie proctologiche, in particolar modo delle emorroidi e dei prolassi emorroidari.

Ha accumulato, nel corso del suo esercizio come Chirurgo, circa 5000 ore di sala operatoria come primo operatore, di cui circa 120 di emorroidectomia Milligan-Morgan.

È uno dei primi Medici ad aver studiato e sperimentato la terapia con scleromousse per le emorroidi patologiche, che la Dottoressa ha giudicato d'elezione per il trattamento non traumatico dei prolassi emorroidari, con statistiche di risoluzione superiori al 95% e pertanto spesso comparabili con l'accesso chirurgico.

In ogni sua visita proctologica la Dottoressa utilizza, a complemento della valutazione clinica, un moderno videoproctoscopio totalmente digitale, di sua ideazione e realizzazione, in grado di catturare in tempo reale flussi video in alta risoluzione, che compone l'esame specialistico denominato Videoproctoscopia Endoscopica Elettronica.

ti potrebbero interessare anche i seguenti contenuti:
Senti cosa dicono della Dottoressa i suoi pazienti su mioDottore.it:
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Posso dire semplicemente grazie... Per la gentilezza della collaboratrice alla reception, per la professionalità e umanità del medico e della sua equipe."
Anna
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Molto competente ed empatica. Chiarissima nelle spiegazioni e incoraggiante."
Paola
Chirurgo Proctologo in centro a Milano
‟Dottoressa molto simpatica, visita dettagliata, scrupolosa, diretta, Dottoressa che va oltre ed è riuscita subito ad individuare le cause del mio problema, problema ritenuto solo di livello estetico da altri medici. Collaboratori molto gentili, non ti fanno sentire a disagio consigliatissimo."
Sabrina
Contatta ora la Dott.ssa Luisella Troyer,
è qui aiutarti a stare bene,
con la Proctologia d'eccellenza a Milano.
* Compila il modulo, oppure chiama lo 348.96.89.650 *
Tutti i campi con * sono obbligatori

Questo modulo è sicuro e protetto contro i bot da Google ReCAPTCHA